CARPE DIEM P5

a cura di Nicolò

Cogli l'attimo P5 perché stasera affronti una squadra forte preparata e che punta in alto. Cogli l'attimo P5 perché stasera è l'occasione per dimostrare chi sei veramente: ti trovi in zona playoff da neopromossa, scendi in campo e dimostra chi sei veramente. Cogli l'attimo P5 perché dopo 3 vittorie di fila hai ancora fame e allora buon appetito.
Gaber, Dei Rossi, Bolgan, Hasaj e Marinello questo lo starting Five mandato in campo dai Mister Meneghel-Scarpa.
Per la prima volta rispetto alle altre gare è la squadra di casa a cominciare bene, si prova più volte con Bolgan e Marinello a tirare in porta nei primi 3 minuti.
All'8º grande parata di Gaber dopo una bella azione del Vertigo.
Passano venti secondi, calcio di punizione per il P5, capitan Bolgan serve su uno schema il solito infallibile MARINELLO che scrive l'1-0, esplode il pubblico di casa come sempre molto numeroso.
Il P5 non si accontenta e prova ad attaccare ma in ripartenza il Vertigo ha una grande chance per pareggiare ma il diagonale del laterale ospite sbatte sul muro Gaber.
Al 18º minuto i gialloblù hanno l'occasione d'oro per raddoppiare ma il destro del capitano si stampa sul secondo palo.
È una bella gara a ritmi alti con il Vertigo che ha maggior possesso palla e questo non varierà fino a fine gara.
Vertigo che al 20º dopo una bella imbucata centrale fa andare il proprio pivot solo contro Gaber che tanto per cambiare para anche questa.
P5 che non teme l'avversario ha un compito importante difendere e provare a consolidare il proprio vantaggio, ci provano prima Marinello che solo contro il portiere ospite si fa ipnotizzare
e poi Yaghoubian che triangola sempre con il numero 16 ma il tiro del giovane 98 finisce a lato di poco.
Manca poco alla fine del primo tempo e ci vuole un super Gaber a rimediare a un errore dei nostri difensori in area che non riuscivano a calciare la palla lontana.
Prima della fine del primo tempo Bucella ha un'occasione in contropiede ma il suo destro finisce alto.
Inizia il secondo tempo che vede partire Gaber, Bolgan, Dei Rossi, Marinello e Giuliani. È proprio la vipera Giuliani che combina un pasticcio con la palla in area di rigore e non riesce a spazzare ma ci pensa il solito super Gaber a bloccare tutto e ar rendere sicura la propria porta. Giuliani che dopo 5 minuti si riscatta in azione personale saltando un uomo e creando un 2 contro 1 ma dei Rossi non riesce a calciare con i tempi giusti in porta. Da qui in poi sarà solo Vertigo che prima con un paio di conclusioni da fuori , poi con molte ripartenze schiacciano il P5 che però non si intimidisce.
Vertigo che ha ancora le forze per attaccare con il P5 che soffre , ospiti che però non si capacitano che in porta c'è un muro, non c'è verso di abbatterlo.
Minuto 51 azione molto bella del Vertigo destro secco da fuori area del pivot, Gaber non ci arriva ma al suo posto si piomba Hasaj di testa che libera, il salvataggio vale più di tre gol.
Occasione per il P5 con una ripartenza 3 contro 1 ma la frenesia e la fretta portano a sbagliare tutto.
Il Vertigo gioca con il portiere di movimento, Meneghel e Scarpa urlano pazienza nell'attendere l'errore dell'avversario...infatti così accade due volte in sessanta secondi. Prima MARINELLO e poi HASAJ trovano il gol del 2 e 3 a zero !!! Esplode la panchina gialloblù e la tifoseria sempre più numerosa.
A 2 minuti dal termine gli ospiti trovano il meritato gol su calcio di punizione calciato sul palo di Gaber che commettendo un errore è diventato umano, ciò non toglie la super partita che ha fatto.
Fischio finale e il P5 sale terzo in classifica!!!

Grazie a tutto il meraviglioso pubblico e grandi applausi anche per gli ospiti
È stata una grande partita ricca di spettacolo per il Futsal.

Forza P5

Venerdì sera assente Bolgan per squalifica mentre il resto della banda è a disposizione completa dei mister Meneghel e Scarpa.
P5 che trova un Annia Serenissima Calcio a 5 rimaneggiata con le assenze pesanti del bomber Enache e Cantarella e di Vucaj che comunque si rivede in campo per pochi minuti dopo l'infortunio che ha lo ha tenuto fuori per molto tempo.
Che dire di questa gara ? Di un P5 che nuotava in un mare aperto e ora sembra che i nostri giocatori stiano affondando, attenzione però i salvagente ci sono, sono molto vicini a noi ma non è facile trovarli,è come giocare ad "fuoco o acqua" solo che il tempo passa in fretta e gli altri concorrenti di certo non aspettano noi.
Veniamo alla gara, P5 in vantaggio con una bella azione di d'Este che vola in fascia sinistra trovando MARINELLO al centro che torna al gol finalmente. (0-1)

P5 che sembra bello da vedere ma solo per pochi minuti, dopo il vantaggio si va vicini al raddoppio con Hasaj che calcia alto al volo col mancino e Dei Rossi che imita il compagno.
Ospiti che smettono di giocare e lasciano campo libero all'Annia, per fortuna a difendere il risultato c'è un super Quintavalle che para ogni tiro.
Minuto 17 Punizione per l'Annia appena fuori dall'area di rigore, la palla passa in mezzo alla barriera e Quintavalle può solo raccogliere.(1-1)
Quintavalle ancora protagonista a sventare un paio di azioni dei padroni di casa. Finisce il primo tempo
Il secondo tempo non cambia rispetto al primo con l'Annia che fa la gara e il P5 che fa il minimo indispensabile per difendersi e provare a fare qualche ripartenza.
Minuto 7 angolo per il P5 e dopo una ribattuta Rajabi recupera palla dalla sua area e indisturbato si presenta solo Quintavalle (2-1)
Timida e non efficace reazione dei gialloblu che cercano il pareggio con Massarutto, Giuliani e d'Este ma Di Candia si supera e mantiene invariato il risultato.
Risultato che cambia al 20' del secondo tempo con Taschetta che scrive il più due (3-1)
A 5 dalla fine tentativo di Bucella che trova ancora la respinta di Di Candia.
Questi minuti finali sono una fotocopia di Mirano, con i padroni di casa che giocano indisturbati e il P5 che si accende alla fine della gara.
Dicandia salva ancora il risultato su d'Este e Giuliani e prima del fischio finale arriva il 4-1 definitivo.

Stiamo vivendo un periodo brutto noi del P5 e stiamo cercando la goccia che faccia traboccare il vaso, la scossa giusta per ripartire di certo non è facile ma ce la faremo !!!

complimenti all'Annia e Forza P5 Spinea !!!

Torna indietro