Intervista a Alessandro Bonotto

a cura di Andrea

Alessandro Bonotto le ultime stagioni in serie B, portiere dallo stile impeccabile... insomma non ha bisogno di grandi presentazioni.

Ecco cosa gli abbiamo chiesto.

 

Che gruppo hai trovato al P5 Spinea?

Dopo aver disputato la prima parte di stagione nel campionato di serie B nazionale, sono arrivato qui al P5 Spinea grazie ai miei primi allenatori per quanto riguarda il mondo del calcio a 5 ovvero Kim e Patrizio.

E' Grazie a loro che ho iniziato a muovere i miei "primi passi" nel calcio a 5, ed è anche grazie alla loro preparazione e professionalità che ho scelto di accettare questa proposta.

Quando sono stato contattato dalla società, mi era stato detto che il gruppo che avrei trovato era un bellissimo gruppo, composto da ragazzi pronti a dare il 110% sia in campo che in allenamento, volenterosi di migliorarsi e devo dire che così è stato.

Credo che questo gruppo possa togliersi grandissime soddisfazioni.

 

La società ha puntato molto su di te come su altri elementi arrivati a dicembre, senti molto questa responsabilità?

Penso sia normale che la società si aspetti molto da me e dai nuovi innesti del mercato di Dicembre in quanto anche visto i risultati del girone d'andata punti a togliersi grandi soddisfazioni.

Per quanto riguarda me, credo di essere il primo ad aver puntato su me stesso e ad essermi messo in gioco scendendo di categoria, quindi credo di sentire questa responsabilità ma sono altrettanto determinato a soddisfare le mie attese ma soprattutto quelle della società e dei nostri tifosi.

 

Arriviamo al difficile e l' inaspettato... commentaci la ripresa del campionato.

Purtroppo in queste prima partite del girone di ritorno abbiamo perso molti punti importanti, forse con le squadre, sulla carta, meno pericolose.

La cosa fondamentale però e non darsi per vinti e ritrovare quella continuità e quella voglia di vincere e non mollare mai che caratterizzava la squadra nel girone d'andata.

 

Con l' inizio non positivo del girone di andata avete comunque mantenuto il 4° posto che obbiettivo vi siete posti?

 

Il nostro obbiettivo, nonostante questo inizio non molto positivo, rimane invariato, noi puntiamo più in alto possibile.

Siamo ancora in corsa per la coppa e quindi credo che provare a conquistare la promozione in C1 non sia solo un miraggio ma un reale obbiettivo da conquistare.

Torna indietro