Intervista a Giorgio Conton

a cura di Andrea

Ciao Giorgio,

Raccontaci un po' della tua esperienza di calcettista precedente al P5 Spinea.

La mia esperienza nel calcio a 5 e' cominciata abbastanza tardi all'età di 23 anni, prima infatti ho praticato ciclismo per 11 anni. Ho sempre militato nelle categorie serie d e c2 e sicuramente il periodo più bello, a livello di risultati e' stato il triennio a Piove di Sacco, dove con l'RTE abbiamo vinto il campionato e l'anno successivo siamo arrivati secondi.

Una prima parte di stagione che reputi positiva o rimane qualche motivo di insoddisfazione?

Prima parte positiva, all'inizio eravamo un gruppo non collaudato che sicuramente aveva bisogno di conoscersi e quindi c'era un grosso punto di domanda su cosa potevamo esprimere in campo. A questo punto della stagione c'è il rammarico per qualche punto lasciato per strada, da qui in avanti non possiamo più sbagliare, e questo alla lunga può pesare psicologicamente.

La società ha fatto in questo mercato di "riparazione" un grande sforzo, che cosa ne pensi?

I nuovi arrivi sono tutti ottimi giocatori che sicuramente alzano ancora di più il livello della squadra, adesso sarà compito di tutti saper tirare fuori il meglio. Non penso basti prendere giocatori forti per vincere, occorre un Mister che li impieghi al meglio, che i compagni cerchino di farli sentire parte del gruppo e che loro capiscano come funziona la squadra di cui fanno parte adesso. 

Che ritorno ti aspetti e perchè?

Dalla seconda parte di stagione mi aspetto qualche risultato meno scontato. Più di qualche squadra a Dicembre si è rinforzata, in mezzo ci sarà la coppa tutti buoni motivi per pensare ad una seconda parte di stagione più in bilico. 

Grazie della disponibilità!

Torna indietro